SOSTITUIRE I SERRAMENTI CON LO SCONTO IN FATTURA 50%, NON E’ UN COSTO MA UN INVESTIMENTO FRUTTUOSO

Con il passare degli anni il prezzo dell’energia è aumentato e le spese legate alla climatizzazione della casa hanno iniziato ad occupare una quota importante dell’economia domestica. Vediamo allora come la sostituzione delle finestre ed eventuali cassonetti possa essere considerata un buon investimento. Sostituire gli infissi aiuta non solo a migliorare l’estetica e il comfort dell’abitazione, ma anche a ridurre i costi di manutenzione e ad aumentare l’efficienza energetica della casa diminuendo gli spifferi e i consumi.

Ecco perché sostituire i serramenti costituisce un vero e proprio investimento piuttosto che un semplice costo. In questo articolo ti dimostreremo entrando nel dettaglio com’è possibile rientrare della spesa effettuata per il cambio delle finestre della tua casa.

Ad oggi, per la sostituzione dei serramenti è possibile usufruire della detrazione Ecobonus, che prevede un ammortamento del 50% dell’importo complessivo portandolo in detrazione sulla propria dichiarazione dei redditi in 10 quote annuali o ancora meglio, se il fornitore lo propone, è possibile usufruire dello sconto diretto in fattura del 50%. 

L’esempio sotto riportato è stato redatto sulla base di un’offerta redatta nel mese di Ottobre 2022 per una fornitura di finestre e cassonetti prodotte da Dimensione Serramenti, alla quale è stato applicato lo sconto diretto in fattura del 50%.

Per sapere come funziona con Noi lo sconto in fattura clicca qui.

E’ interessante poter analizzare la stessa casistica con detrazione nei 10 anni, la puoi trovare cliccando qui.

Per poter interpretare al meglio i dati riportati nell’esempio è importante conoscere la base dei valori forniti che puoi visionare dopo le interessantissime slide.

GUARDA QUANTO E’ POSSIBILE RISPARMIARE!

Redatto sulla base di offerta Dimensione Serramenti di n° 4 finestre e 1 porta finestra con relativi cassonetti

TIPOLOGIA IMMOBILE

Come immobile è stato considerato un appartamento “tipo” anni 70 ubicato nel comune di Bologna, situato al primo piano di un condominio, con superficie calpestabile di circa 90 mq, posto quindi in zona climatica “E”.

La classificazione climatica, ovvero i gradi giorno dei comuni italiani (d.p.r. n° 412 del 26 agosto 1993), sono frutto di stime su situazioni medie. il risparmio calcolato sarà tanto più preciso quanto più le condizioni stagionali corrispondono alle condizioni medie determinate dallo stato.

TIPOLOGIA SERRAMENTI ESISTENTI

Come serramenti sostituiti, sono state considerate vecchie finestre il alluminio freddo con vetri singoli con una trasmittanza termica di 7,0  w/m2k  e vecchi cassonetti in metallo con trasmittanza termica di 7,47 w/m2k.

 

Valori indicati da ENEA, Agenzia Nazionale per le Nuove Tecnologie, l’Energia e lo Sviluppo Economico Sostenibile. https://www.efficienzaenergetica.enea.it/component/jdownloads/?task=download.send&id=257&catid=39&itemid=101

TIPOLOGIA NUOVI SERRAMENTI

Come nuovi serramenti sono state considerate nuove finestre in Pvc bianco di produzione Dimensione Serramenti, profilo di Pvc piattaforma Rehau Brillant 70 mm con doppi vetri bassoemissivi 3.3+16+3.3, che hanno una trasmittanza termica certificata di 1,3 w/m2k  e cassonetti in Pvc bianco con trasmittanza termica di 1,1 w/m2k.

Numero e dimensioni dei serramenti sostituiti:

n° 3 pz. finestra a 2 ante di dimensione 1200×1600 mm con relativi cassonetti;

n° 1 pz. finestra a 1 anta di dimensione 800×1600 mm con relativo cassonetto;

n° 1 pz. porta finestra a 2 ante di dimensione 1200×2500 mm con relativo cassonetto.

TIPOLOGIA IMPIANTO TERMICO ESISTENTE

Nel “rendimento caldaia e perdite distribuzione” è stato considerato un impianto termico datato prima dell’anno 1990 con stima di rendimento termico pari al 70%, è un dato di stima stabilito dal termotecnico che ha curato il software.

TIPOLOGIA DI COMBUSTILE

Come tipo di combustibile dell’impianto termico è stato considerato il gas metano, con potere calorifico di 9,6 kwh, il costo al metro cubo di 1,092216 € è il valore fornito da ARERA, Autorità di Regolazione per l’Energia, Reti e Ambiente.

Valore aggiornato al 1 Luglio 2022 come condizione economica per le utenze domestiche in servizio di tutela.

https://www.arera.it/it/prezzi.htm

https://www.arera.it/allegati/dati_documenti/prezzi/gas-domestici.xls

La voce “inflazione energetica” corrisponde all’aumento medio annuo del combustibile nel periodo anno 2006 – 2015 come rilevato dai dati storici, per la rilevazione dei dati finali si suppone che tale incremento medio annuo rimanga uguale nei prossimi 20 anni.

FONTI

Le slide sono state redatte tramite software “RISPARMIOMETRO” di Ambrosipartner s.r.l. accademia di formazione per serramentisti certificata.

www.ambrosipartner.com

https://www.ambrosipartner.com/product-page/il-risparmiometro-1